Studiati di tenere il cuore sempre infiammato d’amore

Santa Camilla Battista da Varano

Studiati di tenere il cuore
sempre infiammato d’amore.
Alla pentola che bolle
non si accostano le mosche!
Bensì a quella tiepida,
dove anche si annegano.

All’anima
intiepidita nella carità
e fredda nell’amore
si accostano le mosche
della vanità
e dei pensieri inutili.

 




Bambino

Alda Merini

Bambino, se trovi l’aquilone della tua fantasia
legalo con l’intelligenza del cuore.

Vedrai sorgere giardini incantati
e tua madre diventerà una pianta
c
he ti coprirà con le sue foglie.

Fa delle tue mani due bianche colombe
che portino la pace ovunque
e
l’ordine delle cose.

Ma prima di imparare a scrivere
g
uardati nell’acqua del sentimento.




La chiave di un uomo si trova negli altri

La chiave di un uomo si trova negli altri: è il contatto con il prossimo quello che ci illumina su noi stessi.

Paul Claudel

Paul Claudel

Paul Claudel




Amicizia

Pam Brown

Pam Brown

Nella solitudine, nella malattia, nella confusione, la semplice conoscenza dell’amicizia rende possibile resistere, anche se l’amico non ha il potere di aiutarci. È sufficiente che esista.

L’amicizia non è diminuita dalla distanza o dal tempo, dalla prigionia o dalla guerra, dalla sofferenza o dal silenzio. È in queste cose che essa mette più profonde radici. È da queste cose che essa fiorisce.

 




Fratello mio

Bandiera pace con colomba

Silo

Fratello mio: segui regole semplici, come sono semplici queste pietre, questa neve, e questo sole che ci benedice. Porta la pace in te e portala agli altri.

Fratello mio, là nella storia c’è l’essere umano che mostra il volto della sofferenza: guarda quel volto di sofferenza… ma ricorda che è necessario andare avanti, che è necessario imparare a  ridere e che è necessario imparare ad amare.

A te, fratello mio, lancio questa speranza; questa speranza di gioia, questa speranza di amore affinché tu elevi il tuo cuore ed elevi il tuo spirito e affinché tu non dimentichi di elevare il tuo corpo.




Cerca quella chiave

Franco Del Prete

Franco Del Prete (Cantata da E. De Crescenzo)

Quattro soli, cinque lune
nel paese qui vicino
le voci sanno di melodia
non si incatena la fantasia
mille mestieri, mille perché
e ci si tocca per curiosità.

Sanno amare, sanno odiare
sanno mentire con ingenuità
sanno scordare chi no torna più .

Cerca quella chiave
se ti senti male.
Cerca quella chiave
cerca in fondo al mare.

Nel paese dei bambini
ogni rancore non dura mai
ogni dolore un istante e via
la vita un giorno che non finirà
e sono pronti per l’eternità.

Cerca quella chiave
se ti senti male.
Cerca quella chiave
cerca in fondo al mare.

Ventiquattr’ore è un anno lì
si parla ai cani, si va così.
La vita un giorno che non finirà
e sono pronti per l’eternità.

Cerca quella chiave
se ti senti male
Cerca quella chiave
cerca in fondo al mare.




L’oceano di silenzio

Franco Battiato

Franco Battiato

Un Oceano di Silenzio scorre lento
senza centro né principio
cosa avrei visto del mondo
senza questa luce che illumina
i miei pensieri neri.

(Der Schmerz, der Stillstand des Lebens
Lassen die Zeit zu lang erscheinen)

Quanta pace trova l’anima dentro
scorre lento il tempo di altre leggi
di un’altra dimensione
e scendo dentro un Oceano di Silenzio
sempre in calma.

(Und mir scheint fast
Dass eine dunkle Erinnerung mir sagt
Ich hatte in fernen Zeiten
Dort oben oder in Wasser gelebt)




La cura

Franco Battiato

Ti proteggerò dalle paure delle ipocondrie,
dai turbamenti che da oggi incontrerai per la tua via.

Dalle ingiustizie e dagli inganni del tuo tempo,
dai fallimenti che per tua natura normalmente attirerai.

Ti solleverò dai dolori e dai tuoi sbalzi d’umore,
dalle ossessioni delle tue manie.

Supererò le correnti gravitazionali,
lo spazio e la luce per non farti invecchiare.

E guarirai da tutte le malattie,
perché sei un essere speciale,
ed io, avrò cura di te.

Vagavo per i campi del Tennessee
(come vi ero arrivato, chissà).
Non hai fiori bianchi per me?
Più veloci di aquile i miei sogni
attraversano il mare.

Ti porterò soprattutto il silenzio e la pazienza.
Percorreremo assieme le vie che portano all’essenza.
I profumi d’amore inebrieranno i nostri corpi,
la bonaccia d’agosto non calmerà i nostri sensi.

Tesserò i tuoi capelli come trame di un canto.
Conosco le leggi del mondo, e te ne farò dono.
Supererò le correnti gravitazionali,
lo spazio e la luce per non farti invecchiare.

Ti salverò da ogni malinconia,
perché sei un essere speciale ed io avrò cura di te…
io sì, che avrò cura di te.




E ti vengo a cercare

Franco Battiato

Franco Battiato

E ti vengo a cercare
anche solo per vederti o parlare
perché ho bisogno della tua presenza
per capire meglio la mia essenza

Questo sentimento popolare
nasce da meccaniche divine
un rapimento mistico e sensuale
mi imprigiona a te.

Dovrei cambiare l’oggetto dei miei desideri
non accontentarmi di piccole gioie quotidiane
fare come un eremita
che rinuncia a sé.

E ti vengo a cercare
con la scusa di doverti parlare
perché mi piace ciò che pensi e che dici
perché in te vedo le mie radici.

Questo secolo oramai alla fine
saturo di parassiti senza dignità
mi spinge solo ad essere migliore
con più volontà.

Emanciparmi dall’incubo delle passioni
cercare l’Uno al di sopra del Bene e del Male
essere un’immagine divina
di questa realtà.

E ti vengo a cercare
perché sto bene con te
perché ho bisogno della tua presenza




Vangelo di Luca 2,29-32

vangelo

Vangelo

Ora puoi lasciare, o Signore, che il tuo servo
vada in pace, secondo la tua parola,

perché i miei occhi hanno visto la tua salvezza,
preparata da te davanti a tutti i popoli:

luce per rivelarti alle genti
e gloria del tuo popolo, Israele.